Incontro con Giovanni Montanaro

Incontro con l’autore Giovanni Montanaro, Feltrinelli Editore, il giorno 14 Marzo 2015 alle ore 17 presso il Centro Civico in via D’Annunzio  (Sala Conferenze), Monza.                                                 L’evento è organizzato dalle associazioni Puppenfesten e Il Razzismo è una brutta storia all’interno del progetto Spazieazioni.                                                                                                       L’appuntamento inaugura il ciclo “Prenditi il tuo spazio, dai voce ai tuoi sogni”.

IL CICLO DI INCONTRI “Prenditi il tuo spazio, dai voce ai tuoi sogni”:

Molti paesi europei vivono una crisi economica che provoca una crescente disoccupazione e anche una sfiducia da parte dei giovani nel proprio futuro. C’è chi è riuscito a sviluppare i propri progetti all’estero, chi, davanti alla possibilità di abbandonare il proprio Paese, ha deciso di restare e di stringere i denti per vedere realizzati i propri sogni.
Dai sogni parte il nostro percorso: un ciclo di incontri che, lasciando raccontare agli artisti le proprie esperienze e ricerche sul tema, permetta, a chi si trova ad affrontare il proprio futuro, di essere consapevole di tutte le opportunità che ha davanti a sé. Protagonista di questi incontri sarà l’interazione attiva tra i partecipanti e gli artisti, creando uno spazio di confronto in cui affrontare queste problematiche partendo dai lavori degli artisti stessi.

L’AUTORE:

Il primo incontro vedrà la partecipazione di Giovanni Montanaro, scrittore e avvocato. Tra le sue opere racconti, testi per il teatro e i romanzi La Croce Honninfiord (Marsilio, 2007), Le conseguenze (Marsilio, 2009), Tutti i colori del mondo (Feltrinelli, 2012) e Tommaso sa le stelle (Feltrinelli, 2014).

A partire proprio dal suo ultimo libro “Tommaso sa le stelle”, Giovanni Montanaro ci racconterà un’Italia vista con gli occhi di chi il nostro Paese l’ha solo sentito nominare come terra di occasioni, scrivendo un’avventurosa “favola contemporanea” sospesa fra un padre che non è mai stato padre e un figlio che scopre di poter essere ancora figlio, fra il desiderio di perdersi dentro la solitudine e la scoperta dell’altro, luminosa come una costellazione, alta come un cielo.

IL LIBRO:

“Proteggi Tommaso, Po. Proteggi Tommaso, pioggia. Proteggi Tommaso, notte. Proteggetelo, stelle. Proteggete il ragazzino. Fate in modo che non gli succeda niente di male.”

Pietro è il custode di un deposito giudiziario, a due passi dal Po. La sua è una vitalità burbera da grande solitario, da re in esilio fra proprietà che non appartengono più a nessuno e non sono ancora di nessuno. Da quando è rimasto solo, spia la natura, la memoria e gli stessi sentimenti affidandoli alle arie di opere che ascolta rigorosamente da vecchie cassette. Laura, la bella postina del paese, gli porta con regolarità la rivista “Navi e imbarcazioni” e risponde volentiri alla sua virilità senza parole.                                                                                                                                      In questa routine appare un ragazzino arabo che non riesce a spiegare esattamente da dove viene, ma conosce la maestà dei grandi fiumi e la severità petrosa dei deserti. Si nasconde nel deposito giudiziario, Pietro ha deciso per comodità di chiamarlo Tommaso: viene da lontano, è sfuggito a una baby gang controllata da criminali e, senza sapere come, vuole una cosa sola: raggiungere il fratello in Inghilterra. Non sanno perché fidarsi l’uno dell’altro ma incominciano a farlo, giocando, inventando, mettendo sul piatto una lingua che spesso ha a che fare con il cielo. Nel giro di poche settimane il rapporto diventa quello che lega padre e figlio, Pietro tenta di tenere nascosta la presenza di Tommaso, ma la situazione precipita.


CONVEGNO POLITICHE GIOVANILI - 30/01/15

LE POLITICHE GIOVANILI POSSIBILI

L’Amministrazione Comunale di Monza ha scelto di investire nel futuro e nelle  nuove generazioni perché ritiene il mondo giovanile una grande opportunità per la comunità.

Lo sta facendo attuando politiche per e con i giovani, che prevedono un modello di PartecipAzione dei giovani stessi, non più intesi come semplici “utenti”, bensì come attivi protagonisti del loro tempo.

Per questo motivo, il 30 gennaio 2015 alle ore 21.00 presso la sala E dell’Urban center in via Turati 6, avrà luogo un incontro pubblico che intende essere un momento di informazione, messa in comune di “buone pratiche” e confronto sulle “Politiche e Azioni giovanili” presenti a Monza, in Brianza e in Regione Lombardia.

Programma

info su www.comune.monza.it

 

 

 


ORARI FESTIVI SALE STUDIO

Informiamo che da lunedì 22 dicembre a martedì 6 gennaio  (compresi) entreranno in vigore i seguenti orari per il servizio sale studio e ripetizioni.

D’ANNUNZIO    MAMELI    BELLINI        NEI   TUTTI I CENTRI
lunedi 22    14-17.30    9-22.30
martedì 23 8-18.30    9-22.30
mercoledì 24 CHIUSI
giovedì 25 CHIUSI
venerdì 26 CHIUSI
sabato 27     15-18
domenica 28      15-20     15-18
lunedi 29    14-17.30
martedì 30 8-18.30
mercoledì 31 CHIUSI
giovedì 1 CHIUSI
venerdì 2 8-13.30  9.30-21.30
sabato 3      15-18  8.30-18.30
domenica 4      15-20      15-18 8.30-18.30
lunedì 5    14-17.30
martedì 6 CHIUSI

AUGURIAMO A TUTTI BUONE FESTE!!

Il team di [email protected]


“Canto” a Natale

Vi invitiamo il giorno Venerdì 19 dicembre alle 21.00 presso il Centro Civico LibertHub, Viale Libertà 144 all’evento di Natale organizzato dal Gruppo spontaneo Libertà in collaborazione con il gruppo teatrale Marvellous.


Pagina 1 di 3123